Chi siamo

Il Gruppo di Ricerca Inclusione e Disability Studies (GRIDS) nasce dall’idea di condurre studi e ricerche sul tema delle differenze e, in esse, quello della disabilità collocandosi in una prospettiva che intreccia elementi sociali, culturali, politico-istituzionali con l’esperienza di chi le vive in prima persona.

Il gruppo di ricerca si propone di utilizzare uno sfondo ideologico di riferimento nuovo, basato su un’ottica di relazione fra le diverse dimensioni delle differenze e della disabilità che permette di uscire da una rappresentazione oggi molto diffusa che riduce quest’ultime a semplici categorie o le interpretano attraverso punti di vista culturalmente definiti e consolidati (ad esempio il modello medico individuale).

Oltre a ricerche e studi il GRIDS intende promuovere seminari, convegni, rassegne e pubblicazioni relative ai temi di studio ed di avvalersi della rivista online Italian Journal of Disability Studies per la comunicazione e il confronto.

Federica Baroni

Federica Baroni

Dottoranda presso l’Università degli Studi di Bergamo, si occupa di editoria multimediale e tecnologie inclusive.
Diplomata Assistente alla comunicazione presso il Gruppo SILIS (Studio e Informazione sulla Lingua dei Segni Italiana) ha lavorato in scuole statali come educatrice e collaborato con la Mediateca Visu@le dell’Istituto Statale Sordi di Roma.
Per l’ Ente Nazionale Sordi – Sezione di Bergamo è referente dell’Area Scuola ed Educazione e lavora come Assistente alla comunicazione LIS.
Per il GRIDS ha condotto la ricerca “Le rappresentazioni della disabilità in Facebook”, con il coordinamento scientifico del Prof. Marco Lazzari.

Mario Cardano

After graduating magna cum laude in Philosophy from the University of Turin in 1985, I earned a doctorate in Sociology and Social Research from the University of Trento in 1992.
At present, I am full professor in Methodology of social sciences and in Qualitative methods for social research at the University of Turin, and director, for the triennium 2010-2012, of  the “Rassegna Italiana di Sociologia”. My research interests are focused in two areas, methodology of social sciences and sociology of health. Studies related to the first area focus on methods and epistemology of qualitative research. In particular I intend to frame the procedures commonly used in qualitative research, from the choice of cases to the defense of the results drawn from their analysis, into the theory of argumentation. In the second area, the sociology of health, my interests are directed toward mental health and disability, particularly on the Voices’s Hearers Movement and on the experience of dyslexia.

Michele Cioffi

Ph.D Student at the University of Turin – Department of Social Sciences Interests: Disability Studies, Invisible disabilities, Biographical transitions.
Master Degree – Sociology, University of Turin. Thesis title: “Dyslexia: a difference without a name” Supervisor: Mario Cardano.

 Simona D’AlessioSimona D'Alessio

Ricercatrice in Educazione Inclusiva e Disability Studies in Education (DSE), ha completato il dottorato di ricerca in Educazione Inclusiva con il Prof. Len Barton e la Prof.ssa Felicity Armstrong, presso l’Institute of Education, University of London, UK nel 2008. Oggi, lavora part-time per la European Agency for Development in Special Needs Education dove conduce progetti europei su temi quali l’analisi di politiche educative inclusive, i processi per l’integrazione degli alunni con bisogni educativi speciali nelle scuole regolari, lo sviluppo della qualità dell’istruzione nella scuola dell’obbligo in Europa.
Ha collaborato in progetti di ricerca di stampo internazionale e nazionale con l’Institute of Education University of London (UK), University of Ottawa (Canada), l’IPRASE Trentino (Italy) e l’Agenzia Europea. Ha pubblicato su diverse riviste internazionali e nazionali della politica dell’integrazione scolastica italiana da una prospettiva inclusiva.
È co-fondatrice ed editore della rivista italiana sui Disability Studies. Membro dell’editorial board de La nouvelle revue de l’adaptation et de la scolarisation, IN SHEA Revue, Suresnes, France e reviewer per la International Journal of Inclusive Education.

Roberta FerrariniRoberta Ferrarini

Dottore di Ricerca in Migrazioni e Processi Interculturali, è cultrice della materia in Didattica Generale, presso l’Università degli Studi di Genova.
È ricercatrice del GRED (Gruppo di Ricerca Educativa e Didattica) per il quale ha curato la stesura di un saggio inerente il tema della narrazione come pratica formativa. Si occupa di progetti di ricerca-formazione nell’ambito dell’interculturalità e dell’inclusione delle differenze.
Per il GRIDS ha condotto il lavoro di ricerca “Le dimensioni culturali dell’inclusione: categorie diagnostiche e rappresentazioni degli insegnanti”.

Walter Fornasa

Angelo Marra

 Roberto Medeghini

Roberto Medeghini

Svolge attività di studio, ricerca, formazione e consulenza con particolare attenzione ai temi dell’Inclusione e dei Disability Studies in riferimento a:

  • persone con disabilità nel contesto scolastico, sociale e dei servizi;
  • problemi relativi all’insuccesso scolastico;
  • disturbi specifici di apprendimento (DSA).

Ha insegnato Didattica e  Pedagogia Speciale presso l’Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Laurea triennale in Scienze dell’Educazione, dal 2000 al 2011.
È cofondatore e coordinatore della rivista on-line Milieu. Fa parte del comitato scientifico dell’edizione italiana della rivista on-line Disability Studies e dell’ American Journal on Mental Retardation.
I temi sopra riportati sono stati l’oggetto di diverse pubblicazioni e di interventi su riviste specializzate nel campo dell’educazione, della disabilità e del sociale.

 Claudio Mendeni

Stefano Onnis

Stefano Onnis

Dottore di ricerca in Etnoantropologia, i suoi campi principali di studio e ricerca sono le rappresentazioni culturali del concetto di disabilità e le pratiche e le politiche nei confronti di persone con disabilità intellettiva. Da più di vent’anni collabora come operatore sociale con associazioni ed Enti locali, a Roma. In particolare, è responsabile di un Centro Culturale volto a promuovere percorsi di inclusione sociale e dirige il Centro Studi Disabilità e Pratiche culturali, entrambi i progetti presso l’ Associazione Come un Albero Onlus, a Roma.

Giuseppe Vadalà

Dottore di Ricerca in Scienze Pedagogiche, è stato, dal 2007 al 2010, cultore della materia in Pedagogia Speciale presso l’Università degli Studi di Bergamo.
Si occupa di pratiche pedagogiche inclusive e formazione psicopedagogica degli insegnanti e delle diverse figure educative.
I suoi interessi di ricerca si sono mossi nell’area dell’infanzia, delle differenze e dell’analisi delle pratiche culturali in relazione alla disabilità. Particolare attenzione è dedicata alle situazioni di disabilità (nell’ottica dell’inclusione scolastica e sociale), alle pratiche educative e alle rappresentazioni sociali che caratterizzano il rapporto con le disabilità.
È co-fondatore ed editore dell’Italian Journal of Disability Studies e della rivista Milieu, oltre che membro del Comitato Editoriale della rivista “International Journal of Knowledge Society Research.

Enrico Valtellina